Preoccupazione

Commercianti via Taverna: “Se chiude l’ospedale per noi è la fine”

12 maggio 2017

“Per noi l’attuale ospedale è vita”. Nella serata dell’11 maggio, alla coop Lupi, i commercianti di via Taverna hanno detto no alla costruzione della nuova struttura. L’avversità dei negozianti al progetto è totale. Ne hanno illustrato le ragioni Daniel Bozzarelli e Giovanni Buzzetti, titolari di due attività storiche di via Taverna: “Siamo molto preoccupati dalle voci che ormai da mesi si rincorrono. Molti di noi hanno avviato questa attività proprio per la presenza dell’ospedale Guglielmo da Saliceto. Se si arrivasse alla decisione di trasferirlo altrove per noi sarebbe la fine”. Sono stati espressi dubbi sull’effettivo stanziamento da parte della Regione dei 200 milioni di euro (“per un nuovo ospedale ne serviranno molti di più di quelli finora preventivati”) e soprattutto sul fabbisogno reale di una nuova struttura. “Il Polichirurgico è praticamente nuovo. Certamente va migliorato, servono aree per il parcheggio ma non si cambi la sede”.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE