Domenica 11 novembre

Tornano “Gli ambulanti di Forte dei Marmi”. Federmoda: “Ora basta”

8 novembre 2018

Settanta bancarelle sono pronte a invadere piazza Duomo e piazza Cavalli domenica 11 novembre dalle 8 alle 19. Tornano per la seconda volta nel giro di pochi mesi “Gli ambulanti di Forte dei Marmi” con la loro proposta di abbigliamento, calzature, pelletteria e tanti altri articoli di qualità. Gli organizzatori specificano che si tratta del vero mercato di Forte dei Marmi con il marchio registrato. Il Consorzio è nato nel 2002 e 240 sono gli associati. “La prima edizione andata in scena in primavera a Piacenza è stata un grande successo che speriamo di ripetere” ha commentato Andrea Ceccarelli presidente del Consorzio “Gli ambulanti di Forte dei Marmi” in conferenza stampa.

La boutique a cielo aperto però, non piace ai negozianti del centro storico. Gianluca Brugnoli, presidente di Federmoda Piacenza, nel giro di un’ora ha racconto 50 firme per dire no all’iniziativa in futuro. “E’ un periodo delicato per il commercio – spiega Brugnoli – e in più siamo vicini al Natale, periodo in cui la gente è più predisposta a spendere. Iniziative come il Mercato di Forte dei Marmi non fanno altro che danneggiare i commercianti locali che ogni giorno si impegnano per animare la città, che pagano tasse, e poi luminarie e tanto altro per dare ai cittadini un servizio sempre migliore. Con questi mercati si danneggia il commercio stabile”. Federmoda fa parte di Confcommercio e Brugnoli chiede all’associazione di prendere una posizione ufficiale di contrarietà al Mercato del Forte. Il neo assessore al commercio Stefano Cavalli annuncia che per il prossimo anno sono in programma nuove iniziative di valorizzazione del centro storico con il coinvolgimento dei commercianti piacentini.

In occasione del Mercato del Forte dalle 6 alle 24 di domenica 11 novembre sarà istituito il divieto di circolazione nel tratto di via Cavour tra via Roma e piazza Cavalli, nonché nella stessa piazza Cavalli, in piazza Duomo, largo Matteotti, piazzetta Grida, largo Battisti, via Daveri e via Legnano.

 

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza

NOTIZIE CORRELATE