Talento della danza

In Municipio l’incontro con Giacomo Rovero. Il sindaco: “Un onore”

2 aprile 2019

“Un esempio autentico di impegno, studio e sacrificio a servizio del proprio talento, che ha saputo  coltivare con intelligenza e passione”: così il sindaco Patrizia Barbieri ha commentato il percorso di Giacomo Rovero, 21enne piacentino inserito recentemente dalla prestigiosa rivista Forbes nella classifica internazionale dei migliori “30 under 30” nel mondo dell’arte e della cultura. Un riconoscimento a seguito del quale il primo cittadino, ieri mattina , ha voluto ricevere il giovane artista in Municipio insieme all’assessore alla cultura Jonathan Papamarenghi, approfittando di una delle rare visite a Piacenza di Giacomo, che dal 2017 (unico italiano a superare le selezioni quell’anno) è membro del corpo di ballo del Royal Ballet di Londra.

Ad accompagnarlo nell’incontro istituzionale Giuseppina Campolonghi, insegnante con cui ha iniziato a danzare all’Accademia Domenichino da Piacenza, e che per prima ha intuito e valorizzato le sue qualità fuori dal comune. “L’inclusione nella ristretta selezione di Forbes – rimarcano sindaco e assessore – è senza dubbio motivo di orgoglio e desideravamo celebrarla, a nome della comunità piacentina, anche come meritato tributo ai risultati straordinari che Giacomo ha già conseguito, a dispetto della sua giovane età, in ambito internazionale”: dai primi passi mossi sotto l’egida dell’Accademia Domenichino all’Hamburg Ballet, dalla medaglia d’oro ottenuta a soli 13 anni al Youth American Grand Prix di New York all’ammissione tra le file del Royal Ballet di Londra.

“Abbiamo seguito la sua ascesa con ammirazione – hanno sottolineato gli amministratori comunali – e questo incontro non solo è stato un onore, ma ci ha riservato la conferma che la vera grandezza si accompagna all’umiltà di chi non si sente mai arrivato. Doti che rendono Giacomo un esempio per i suoi coetanei: non a caso è stato chiamato dal Miur a intervenire alla manifestazione Futura in programma nel fine settimana a Genova, dove verrà proiettata una sua video-testimonianza. Da parte nostra, speriamo di poterlo applaudire presto sul palco del Teatro Municipale, magari per un evento d’eccezione tra quelli che vedranno anche Piacenza protagonista nel 2020, accanto a Parma capitale italiana cultura”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE