Ex chiesa di San Lorenzo

Restauratrici al lavoro: spuntano affreschi e decorazioni. “Evento in autunno”

19 aprile 2019

E’ un bisturi guidato dalle mani delle restauratrici a rivelare cosa nascondono vele e cappelle dell’ex chiesa di San Lorenzo, l’edificio trecentesco che si trova accanto alla procura di Piacenza in vicolo del Consiglio, il cui portone è chiuso da due secoli. Da alcuni giorni i passanti sono affascinati dalla possibilità di sbirciare per scoprire l’interno dell’edificio gotico. La riqualificazione dell’ex chiesa, di proprietà del Demanio, è stata affidata lo scorso anno tramite bando alla società Rest Srl che avrà la concessione ventennale. Al termine dell’intervento del costo di 387mila euro la struttura diventerà un auditorium da quattrocento posti che potrà ospitare concerti ed eventi. La riqualificazione potrebbe durare circa un anno ma il sogno dell’imprenditore Carlo Loranzi della società Rest è quello di aprire le porte alla città in autunno per realizzare un evento culturale a lavori in corso. Per alcune settimane le restauratrici opereranno per capire cosa si cela dietro agli strati e agli stucchi, successivamente interverrà la Soprintendenza per chiarire dove e come intervenire.Tra gli affreschi presenti nell’edificio sconsacrato ne spicca uno unico al mondo che raffigura Sant’Agostino, San Lorenzo e Santa Caterina.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Piacenza

NOTIZIE CORRELATE