Una denuncia

Sede in Bulgaria ma attività in Italia: scoperta maxi evasione

22 maggio 2019

Con l’obiettivo di non pagare le tasse in Italia, un’azienda del settore delle prestazioni di servizi a industrie petrolifere dichiarava di avere sede in Bulgaria ma, in base alle indagini della Guardia di finanza, era in Italia il luogo effettivo in cui veniva gestita e svolta l’attività.

In base a quanto accertato dalla Guardia di finanza, i ricavi occultati al fisco italiano dal 2012 al 2016 ammontano a otto milioni di euro e l’Iva dovuta è di 1,4 milioni di euro.

Il risultato dell’attività investigativa è scaturito da precedenti indagini di polizia giudiziaria coordinate dalla procura di Piacenza. Gli inquirenti si sono avvalsi di perquisizioni, intercettazioni telefoniche e telematiche.

L’amministratore dell’azienda è stato denunciato per l’omessa dichiarazione finalizzata all’evasione delle imposte sui redditi e dell’Iva.

Il contrasto all’evasione fiscale internazionale è un obiettivo strategico delle Fiamme Gialle.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Piacenza