Bosco di notte, ragazzi al Parco della Galleana con l’Otp-Gea

5 giugno 2014

orienteering

L’arrivo nella notte, la suggestiona del buio e i piccoli segreti del bosco che all’imbrunire si fa sempre più grande. Al buio il bosco si arricchisce di nuove dimensioni legate ai sensi che ci permettono di conoscerlo senza l’uso della luce. La scoperta più sorprendente che avviene in queste notti al Parco è che, paradossalmente, la luce artificiale acceca il senso della vista mentre il buio permette di percepire molte più presenze attorno a noi!

In un angolo della città fortunatamente lasciato libero dalla luce artificiale si potranno osservare, con strumentazioni tecnologiche, i corpi celesti; con movimenti cauti si potranno visionare e toccare piccoli animali notturni; infine ci si potrà in tutta sicurezza spostare e correre in ambienti naturali e bui senza l’uso delle torce; anche noiosi calcoli matematici fatti in percorsi al buio del Parco, con bussole fornite ai bambini insieme a carta e penna, diverranno d’incanto divertenti e coinvolgenti.

Questa attività, in vigore dal 1997, rientra nel progetto più ampio di educazione ambientale denominato “Voglia di Bosco” e organizzate da Otp-Gea Onlus con la riuscitissima e qualificata collaborazione di Wwf e Lipu Onlus Pc, Gruppo Astrofili. Quest’anno si svolge venerdì 6 giugno a partire dalle 21 al Parco della Galleana e, pur essendo rivolta agli alunni delle classi 5a A Scuola Elementare Rodari di Podenzano e 3a della Primaria di Quarto, è aperta a tutta la cittadinanza. Il ritrovo è presso la baita nei pressi dei servizi igienici del parco.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE