Venerdì il voto

Piano sanità, sostegno da primari e 2.500 infermieri e tecnici. Galvani: “Tagli in arrivo”

29 marzo 2017

Primari dell’ospedale di Piacenza e 2.500 infermieri e tecnici si schierano ancora una volta a difesa del piano di riorganizzazione dell’Ausl e lanciano un appello ai sindaci dei 48 comuni che venerdì saranno chiamati ad approvarlo. È un “invito alla responsabilità” quello lanciato stamattina, 29 marzo, nella sala della direzione generale dell’Ausl. Numerosi professionisti del settore sanitario, dell’ospedale e non, hanno sottolineato come il piano nasca internamente, senza alcuna imposizione dall’alto, e risponda all’esigenza di garantire maggiore sicurezza ai pazienti. “Siamo medici, il nostro obiettivo è far crescere e specializzare la nostra sanità”, hanno detto.

Da piazza Cavalli sempre stamattina però è partita una richiesta opposta. A lanciarla è stato Bruno Galvani di Anmil che chiede, assieme a pazienti e cittadini, il salvataggio dell’Unità spinale dell’ospedale di Villanova e lancia l’allarme: “Sono in arrivo nuovi tagli alla sanità, ci appelliamo al sindaco Paolo Dosi affinché faccia valere il suo voto”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE