Chiusura ponte Trebbia

I commercianti: “Rischiamo di chiudere”. Al vaglio sconti e iniziative

7 aprile 2017

Per sostenere i commercianti che saranno penalizzati dalla chiusura del ponte sul Trebbia, prevista dal primo giugno, si pensa a tessere di sconti che possano attirare clienti e a iniziative sulla via Emilia, che, in quella parte, diventerà praticamente un’area pedonale, nei 105 giorni di chiusura. Fallita la trattativa con le Autostrade per avere agevolazioni; l’11 aprile invece l’assessore regionale Raffaele Donini comunicherà gli esiti degli studi per inserire nuove fermate dei treni da Castelsangiovanni a Piacenza. E’ quanto emerso ieri sera, giovedì 6 aprile, a San Nicolò, all’incontro pubblico con i cittadini per spiegare il perché del fallimento dell’ipotesi di un guado in alveo. Molto lo sconforto dei cittadini: “Alcuni commercianti rischiano di chiudere”, “Cosa possiamo dire ora? Ormai è tardi”, e ancora “Dietro a un bancone ci sono intere famiglie. Che ne sarà di loro?”, sono alcuni dei commenti emersi.

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE