Rivergaro

Tragedia di via Roma, a 130 orari in paese: “Mai vista una cosa simile”

16 aprile 2017

Angelo Driza aveva compiuto 17 anni martedì scorso. Era arrivato a Rivergaro il pomeriggio dell’incidente, per passare la Pasqua con la famiglia. Ma il più giovane tra i quattro coinvolti nell’incidente di venerdì notte, in via Roma a Rivergaro, non ce l’ha fatta.

Ieri il suo cuore ha messo di battere, all’ospedale di Piacenza, dove era arrivato già in condizioni gravissime. Angelo viveva a Chiari, provincia di Brescia, dove frequentava il Centro di formazione professionale “Zanardelli”.

“Non mi era mai capitato di vedere una cosa simile”, ha commentato Andrea Mozzi, della Pubblica assistenza Sant’Agata. “Quattro ambulanze, due auto mediche… Ci hanno detto che i ragazzi, fino a poco prima, giocavano a calciobalilla al bar, in via Roma. Basta un secondo, per perdere la vita. Il mio pensiero va alle famiglie”. I giovani viaggiavano a 130 chilometri orari.

I SERVIZI COMPLETI SU LIBERTÀ IN EDICOLA

CATEGORIE: Cronaca Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE