Colpo alla gioielleria

Rapina finisce nel sangue: sparatoria in centro. Banditi feriti e arrestati, recuperato bottino da 150mila euro GUARDA IL VIDEO

17 maggio 2017

Ammonta a 150mila euro il bottino, recuperato, della rapina compiuta stamattina, 17 maggio, in pieno centro a Piacenza. Attimi di terrore nel giorno di mercato. Erano le 10 circa quando due uomini hanno assaltato la gioielleria Valenza oro di corso Vittorio Emanuele di fronte al Coin. I due, un macedone di 29 anni e un serbo di 24, si sono presentati vestiti elegantemente al negozio suonando il campanello come due normali clienti. Il titolare ha aperto e da quel momento si è scatenato l’inferno. I due rapinatori hanno tirato fuori una pistola calibro 9 scacciacani ed hanno mandato in frantumi una teca contenente una trentina di rolex. Dopo aver arraffato gli orologi li hanno messi dentro una valigia nera e sono fuggiti in mezzo alla gente. A piedi hanno raggiunto via Nova dove avevano lasciato uno scooter, rubato a Milano il 3 aprile scorso, ma sono stati bloccati dal gioielliere rapinato, dal consigliere regionale Gianluigi Molinari e da un cittadino che nel frattempo si erano lanciati all’inseguimento dei due. Proprio in quel momento un carabiniere in servizio ha assistito alla scena e dopo aver intimato l’alt ha reagito sparando un colpo che ha ferito rispettivamente a una mano e a una gamba i due banditi.

Sul posto sono arrivate le ambulanze che hanno condotto i rapinatori in ospedale. Le prognosi sono di 15 e 20 giorni a cui è seguita la dimissione. I malviventi si trovano ora in isolamento al carcere delle Novate di Piacenza. L’accusa è di rapina a mano armata.

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE