Prevenzione

Zanzara tigre, il piano del Comune e gli obblighi dei cittadini

31 maggio 2017

Come ogni anno, il Comune di Piacenza partecipa al piano di lotta regionale per la prevenzione e il contrasto alla diffusione della zanzara tigre. Si prevede un’infestazione intensa, complice l’inverno mite.
Pertanto l’Amministrazione ha affidato a una ditta specializzata, Biblion Srl, il compito di effettuare il trattamento larvicida dei circa 22mila tombini e caditoie su suolo pubblico. In caso di infestazioni particolarmente intense presso siti sensibili, previo parere favorevole dell’azienda sanitaria, verranno eseguiti interventi per eliminare gli esemplari adulti, in fasce orarie durante le quali non vi siano utenti e che permettano un congruo periodo di dispersione del prodotto.
Anche i cittadini devono fare la loro parte nelle aree private utilizzando i prodotti larvicidi disponibili in farmacia. Secondo il Comune le zone di sua competenza rappresentano infatti non più del 20% dei focolai larvali, che per il restante 80% si trova in aree private.
Le ordinanze sindacali in vigore stabiliscono già l’obbligo, per tutti i residenti, di disperdere le raccolte d’acqua e trattare con larvicidi quelle che non si possono eliminare. Vietato anche lasciare contenitori non chiusi ermeticamente negli orti, sottovasi sui balconi o, comunque, oggetti che possano trattenere l’acqua piovana.
Consigli e accorgimenti sono consultabili anche sul sito www.zanzaratigreonline.it.

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE