Pioggia e grandine

Nubifragio, 6mila metri cubi d’acqua sollevati in 20 minuti dalla Finarda

11 luglio 2017

Strade allagate e centralino dei pompieri subissato di telefonate. E’ un violento nubifragio che si è abbattuto su città e provincia verso le 15 di martedì 11 luglio la causa dell’emergenza improvvisa che ha fatto saltare tombini e telefoni. Per un breve periodo, tra le gocce di pioggia anche la grandine, di piccole dimensioni. Strade, cortili, sottopassi si sono rapidamente riempiti di acqua. Anche il vallo delle mura a fianco di via XXI aprile, che si è trasformato in un lago.

Numerosi gli interventi dei vigili del fuoco per alberi caduti; a Borgotrebbia una pianta è caduta su un’auto schiacciandone il tetto. Per fortuna all’interno non vi erano passeggeri. Una pianta è caduta anche in via Taverna sfiorando le persone che attendevano l’autobus.

In 15 minuti sono caduti 31 mm di pioggia in città. Il Consorzio di Bonifica ha attivato l’impianto idrovoro della Finarda per smaltire le portate dei canali.  Le pompe idrovore hanno sollevato 6mila metri cubi d’acqua in 20 minuti.

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE