Quartiere cardioprotetto

Via ai corsi per l’uso del defibrillatore tenuti da Progetto Vita e Anpas

14 ottobre 2017

 

Addestrare 5mila “angeli” salvavita all’uso del defibrillatore. È l’obiettivo di una campagna informativa che Progetto Vita lancia in questi giorni in collaborazione con Editoriale Libertà nell’ambito del primo progetto europeo di “Quartiere cardioprotetto” avviato nel giugno scorso in via Dante Alighieri. Il progetto – finanziato interamente dall’azienda Iredeem Philips e sostenuto anche dal Comune, dall’Ausl e da Acer – consentirà di cambiare il modo di affrontare questa emergenza anche a casa, dove si verifica l’80% dei casi di arresto cardiaco.

Entro la fine del 2018 Progetto Vita conta di dotare di 150 defibrillatori tutto il quartiere di via Dante: ad oggi sono 10 i condomini “cardioprotetti”; ma se tutto andrà come deve, saranno già 50 entro la fine dell’anno i palazzi dotati del prezioso strumento salvavita. Grazie alla sensibilità e all’appoggio dimostrato da Anaci Piacenza (associazione nazionale amministratori di condominio) i defibrillatori saranno collocati sui muri perimetrali di ogni condominio di via Dante e dintorni che aderirà all’iniziativa (la manutenzione degli strumenti sarà garantita da Unione Commercianti e Cna).

Lunedì, 16 ottobre, partono i corsi tenuti dai volontari di Progetto Vita e Anpas e rivolti a tutti i cittadini, che si terranno due volte al mese nel salone parrocchiale della Santissima Trinità. Per iscriversi basterà rivolgersi alla parrocchia o mandare una e-mail all’indirizzo [email protected]. Aspetto cruciale della campagna informativa è la diffusione capillare dell’applicazione di Progetto Vita per smartphone e tablet (attiva già da due anni) che si sposa perfettamente con il progetto: attivandola, infatti, si potrà immediatamente contattare il 118, allertare il vicinato e, contestualmente, consultare sulla mappa interattiva dove si trova il defibrillatore più vicino.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE