Il sacerdote arrestato per maltrattamenti

Increduli al centro Manfredini: “Per i disabili don Angelo un papà”. Per la Curia un “prete generoso”

11 novembre 2017

“Don Angelo per questi ragazzi era come un papà e lui li trattava come dei figli”; “Forse era un po’ burbero, ma ne siamo certi: non li ha mai maltrattati”; “Era un uomo di Dio che faceva la carità con i fatti”. Volontari e collaboratori del Centro Manfredini di via Beati sono increduli e manifestano piena solidarietà nei confronti di don Angelo Bertolotti, 60 anni, arrestato l’altro giorno dalla polizia con l’accusa di maltrattamenti ai danni degli ospiti della struttura, che sono persone adulte orfane e portatrici di handicap. Don Bertolotti si trova in carcere alle Novate ed è assistito dall’avvocato Andrea Perini che non ha voluto rilasciare dichiarazioni.

L’indagine sarebbe scattata a settembre. Secondo le accuse, raccolte attraverso i filmati di telecamere, il religioso avrebbe maltrattato e vessato gli otto ospiti della struttura: a quanto pare schiaffi, spintoni e insulti, in alcuni casi pesanti umiliazioni. Si tratterebbe di più episodi. Subito dopo l’arresto la Curia (ma è bene precisare che la struttura non è di proprietà della Diocesi) ha inviato come sostituto temporaneo don Emilio Nicolini. Nel frattempo, totalmente sconcertati, i volontari e i collaboratori si stanno organizzando per accudire i disabili anche durante le notti. In tanti questa mattina si sono radunati al centro manifestando tutta la propria incredulità per l’accaduto: “Non abbiamo mai visto don Angelo maltrattare i “ragazzi””, hanno detto. “Non può essere vero”.

Per voce del vicario generale monsignor Luigi Chiesa, la Curia vescovile ha diramato un laconico commento: “Al momento la Diocesi, colpita e sorpresa da questo triste e doloroso fatto, ritiene di non commentare nel rispetto delle indagini della magistratura, degli ospiti della struttura e di don Angelo al quale vanno riconosciuti generosità e sacrificio. A tutti loro va la nostra preghiera e una fraterna vicinanza”.

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE