Inquinamento

Polveri sottili, in centro 83 sforamenti nel 2017: oltre il doppio del limite

3 gennaio 2018


Il 2017 è stato un anno nero per la qualità dell’aria che respiriamo. Colpa della siccità ma anche di condizioni atmosferiche che hanno favorito l’accumulo di inquinanti. A Piacenza, la centralina di Arpae Giordani-Farnese, in pieno centro, ha registrato 83 giornate in cui le polveri sottili hanno superato i limiti consentiti (50 microgrammi al metrocubo), l’anno precedente le giornate “fuorilegge” furono 45. Il limite di sforamenti consentiti dall’Unione Europea è di 35 giornate all’anno, a Piacenza dunque sono state oltre il doppio. La centralina di Montecucco ha registrato 59 sforamenti, a Lugagnano sono state 24 e una anche a Cortebrugnatella in Alta Val Trebbia. Male anche le polveri ultrasottili 2.5 e la concentrazione di ozono nell’aria.

 

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza Provincia