Post gelicidio

Dopo la pulizia da alberi e rami tornano visibili le aree religiose di Veleia Romana

4 gennaio 2018

Il gelicidio del 12 dicembre aveva colpito anche l’area archeologica di Veleia. Alberi e rami erano crollati sotto il peso del ghiaccio e avevano invaso il foro romano creando uno scenario desolante. Dopo i sopralluoghi dei rappresentanti della Soprintendenza ai Beni archeologici di Parma erano iniziati i lavori per la rimozione di fusti, rami e arbusti. Un intervento che ha avuto un risvolto positivo: alcune aree religiose interne al sito archeologico non erano visibili proprio a causa della vegetazione. “L’opera di pulizia – spiega il sindaco di Lugagnano Jonathan Papamarenghi – ci consente ora di vedere bene alcuni spazi. Anche all’esterno dell’area stiamo provvedendo a togliere il bosco infestante che si è creato nel corso del tempo in cui non ci sono stati interventi. Grazie alla pulizia, anche dall’esterno il sito archeologico adesso è ben visibile”. Per terminare i lavori esterni serviranno altre due settimane.

Le immagini mostrano l’area prima e dopo l’intervento di pulizia

 

CATEGORIE: Cronaca Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE