In 5 anni 10mila nuovi casi

Tumori: troppi pazienti arrivano tardi alla diagnosi, parte il pronto intervento diagnostico

24 gennaio 2018

Pazienti che arrivano in oncologia, all’ospedale di Piacenza, quando ormai è troppo tardi. Nel 2017 si è verificato un fenomeno che ha fatto riflettere l’Ausl. “L’anno scorso decine di persone si sono presentate con tumori in stadio molto avanzato tanto da rendere inutile qualsiasi intervento – ha spiegato il primario del reparto Luigi Cavanna. La direzione sanitaria ha pensato di sperimentare a Piacenza un progetto già realizzato a Bergamo e che ha dato ottimi risultati”.

Il progetto è di quelli importanti, che permetterà di intervenire tempestivamente. Negli ultimi 5 anni infatti si sono registrati 10mila nuovi casi di tumore nella nostra provincia. Prima si arriva alla diagnosi più alte sono le probabilità di sconfiggere la malattia. Partirà quindi a febbraio il PID, pronto intervento diagnostico. In caso di sospetto tumore sia i cittadini che gli stessi medici di base potranno rivolgersi ai seguenti numeri: 0523/302385-302254 dalle 7.30 alle 16.30 dal lunedì al venerdì. Il paziente verrà preso in carico nel giro di 24-48 ore e sottoposto a tutti gli accertamenti del caso.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE