Anche nell'Edizione 2018

Progetto Vita vigila sul Festival di Sanremo: donati altri 5 defibrillatori

5 febbraio 2018

Domani, martedì 6 febbraio, si apre il Festival di Sanremo e anche quest’anno Progetto Vita vigilerà sulla salute dei protagonisti e degli spettatori. A Casa Sanremo, il luogo che ospita cantanti e vip, il progetto è stato ufficialmente presentato alla vigilia della manifestazione canora più famosa d’Italia. Dietro la regia di questa idea innovativa c’è Progetto Vita Sanremo, onlus che da sempre si occupa della cardio-protezione della comunità sanremese.

“Siamo di fronte a un’innovazione importante che diventa un punto di partenza, un riferimento, in tutta Italia – ha affermato Daniela Aschieri, cardiologa, presidente di Progetto Vita e direttore scientifico di Progetto Vita Sanremo – per la prima volta vengono usati i defibrillatori completamente automatici: negli Stati Uniti e in molti Paesi europei questo strumento salvavita era già stato sdoganato e, da oggi, anche in Italia”. Con il defibrillatore automatico, chi interviene deve solo applicare le piastre dello strumento salvavita sul torace della persona a terra: da questo punto è il defibrillatore stesso che decide se rilasciare la scarica o meno, in base ai parametri vitali della persona colpita dal malore.

“Per iniziare – ha proseguito Aschieri – metteremo un Dae esternamente a Casa Sanremo, luogo di passaggio di cantanti e vip nonché punto di riferimento della kermesse. Altri quattro andranno sulle pattuglie delle forze dell’ordine. Questi cinque Dae serviranno quindi a potenziare la rete di Progetto Vita Sanremo, che conta altri 12 defibrillatori semiautomatici. Se siamo arrivati a questo punto – ha concluso la presidente di Progetto Vita – è necessario ringraziare anche il Comune di Sanremo e il 118 locale per il loro sostegno”.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca

NOTIZIE CORRELATE