Scontri di sabato

Filmati del corteo al vaglio della Digos, oggi il ministro Minniti in visita al carabiniere ferito

12 febbraio 2018

“Stiamo lavorando intensamente per identificare tutti i responsabili dei disordini di ieri” ha dichiarato il questore Pietro Ostuni riferendosi gli incidenti avvenuti nel corso della manifestazione di sabato pomeriggio contro CasaPound.

Le indagini della Digos si stanno concentrando essenzialmente sulla testa del corteo ossia coloro che hanno tentato di forzare il blocco delle forze dell’ordine a Piazzale Marconi, che ci hanno riprovato in via Santo Stefano all’incrocio di via Gaspare Landi e che hanno effettuato l’ultimo tentativo in piazza Sant’Antonino dove avrebbe dovuto sciogliersi il corteo. Si lavora confrontando i frame in cui i manifestanti si presentano ancora a volto scoperto, prima di celare il viso dietro a cappucci e sciarpe, nei momenti immediatamente precedenti agli scontri.

Nel frattempo, oggi è prevista la visita da parte del ministro dell’Interno Marco Minniti e del capo della Polizia Franco Gabrielli, al brigadiere dei carabinieri che nel corso degli incidenti ha riportato le ferite più gravi: frattura alla spalla e trenta giorni di prognosi per il militare che è comunque stato dimesso dal Guglielmo da Saliceto.

I SERVIZI COMPLETI SUL QUOTIDIANO LIBERTA’ IN EDICOLA

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE