Ragazzo sospeso

Insegnante presa a pugni da uno studente di prima media, 7 giorni di prognosi

14 febbraio 2018


Anche nel Piacentino si registrano episodi di violenza contro gli insegnanti. Nei giorni scorsi la docente di una scuola in provincia è stata colpita ripetutamente ad un braccio che aveva già dei problemi. Le percosse sono durate tanto e l’insegnante è finita al pronto soccorso con una prognosi di 7 giorni. A prenderla di mira uno studente di prima media. Il ragazzino è stato sospeso con obbligo di frequenza e la scuola ha prodotto una denuncia per infortunio sul lavoro e una segnalazione ai servizi sociali. Ma non sarebbe un episodio isolato. In un’altra scuola media piacentina della provincia un’insegnante è finita nel mirino di un gruppo di mini bulli, suoi allievi. Tra le angherie a cui l’hanno sottoposta, il lancio di chewing gum (masticate) tra i capelli.

“Azione legale urgente” – lo chiede Salvatore Pizzo, coordinatore del sindacato degli insegnanti “Gilda” di Piacenza e Parma. “Chiediamo di perseguire duramente i responsabili e che i genitori rispondano delle azioni dei figli” – si legge in una nota.

Sull’accaduto è intervenuto oggi il direttore generale dell’Ufficio Scolastico Regionale, che con un comunicato esprime ” vicinanza alla docente” e “forte preoccupazione per il bambino responsabile del fatto, perché – prosegue la nota – temo che il clamore mediatico non faciliti il miglior esito delle azioni attivate”.

IL COMUNICATO DELL’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE

CATEGORIE: Cronaca Piacenza