Tra mimose e riflessioni

Violenza, a febbraio 20 segnalazioni al Telefono Rosa: “Dati allarmanti”

8 marzo 2018


Nei primi due mesi dell’anno, 49 donne si sono rivolte al Centro antiviolenza di Piacenza: 29 a gennaio e 20 a febbraio. Quasi una al giorno.
Le donne che si sono presentate ai 14 Centri che compongono il Coordinamento dei Centri antiviolenza della Regione Emilia-Romagna, in cerca di aiuto, nel 2017 sono state complessivamente 3.951. Quelle ospitate nelle case-rifugio e nelle altre strutture dei Centri antiviolenza del Coordinamento regionale, nel corso del 2017, sono state 265, i figli minori ospitati 289.
Numeri allarmanti che fanno riflettere sul triste fenomeno nel giorno in cui in tutto il mondo celebra l’universo femminile.Telefono Rosa di Piacenza, attraverso la presidente Donatella Scardi, ricorda le difficoltà economiche in cui versa l’ente e sottolinea la possibilità di donare il 5 per mille all’associazione.

La Regione Emilia Romagna fa sapere che in soli tre mesi sono arrivate 10 denunce di discriminazione sul lavoro alla consigliera di parità, 4 casi sono di molestie. Numeri, citati durante la Conferenza delle elette, che rappresentano l’altro lato della medaglia di quel 62 per cento di occupazione femminile che piazza l’Emilia-Romagna tra le regioni europee con il più alto tasso di lavoratrici. 

Tante le iniziative organizzate tra città e provincia in occasione dell’8 marzo. Tra le altre, alle 16.00 al Centro per le famiglie alla Galleria del Sole verrà presentato il nuovo servizio di consultorio sulla menopausa. All’ospedale di Piacenza, nel reparto di Ostetricia e ginecologia nel pomeriggio è in programma un incontro sul fibroma uterino. Dalle 16.00 previste visite gratuite per chi aveva prenotato.

 

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE