Fiorenzuola

Operazione “Free Gerassa”, decine di arresti nel blitz dei carabinieri contro lo spaccio. Segnalati 150 assuntori, una ventina sono studenti

29 maggio 2018

E’ di 12 persone arrestate, alcune in flagranza di reato, 5 ai domiciliari e altre 6 destinatarie di altri provvedimenti, oltre a 9 denunce e circa 4 chili di droga sequestrata, il bilancio della maxi operazione dei carabinieri di Piacenza e di Fiorenzuola messa in atto giovedì scorso nella bassa val d’Arda, con 80 uomini, decine di mezzi e l’elicottero dell’Arma,  a contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti. Altre 4 misure cautelari erano state messe in atto in una operazione precedente, portando a 27 il numero totale.

Numeri importanti, così come il florido mercato di droghe stroncato – hashish, cocaina ed eroina – che con un giro di circa 150 clienti e 300 cessioni al giorno, fruttava migliaia di euro. Un giro di spaccio molto articolato, con base a Fiorenzuola nel quartiere Gerassa, ma diramato anche nella zona fino a Lugagnano. Quasi tutti insospettabili i soggetti coinvolti, tra di loro operai con un regolare lavoro, famiglia, casa e mutuo a carico.

Le indagini, coordinate dal pubblico ministero Emilio Pisante e partite a fine 2016 anche sulle segnalazioni dei residenti, hanno permesso di risalire ai diretti fornitori degli spacciatori, soggetti provenienti dalle limitrofe province di Reggio Emilia, Milano, Lodi e Brescia.

Lo spaccio avveniva anche in prossimità delle scuole e – tra i numerosi clienti, tutti segnalati come assuntori – figuravano una ventina di studenti, alcuni anche minorenni.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val D'Arda

NOTIZIE CORRELATE