Installazione

Parole di pietra sul Facsal. L’opera di Milani verrà svelata l’8 giugno

29 maggio 2018

Lettere, parole, numeri e segni di punteggiatura incisi su pietra, su mattoncini grigio chiaro. Lettere che compongono parole chiave disposte in cerchio intorno a un’ insegna, per ora misteriosa. Davanti al centro Anziani e Bambini Insieme sul Pubblico Passeggio, vicino a via Giordani, sta sorgendo, o meglio, germogliando l’ultimo lavoro dell’artista piacentino Giorgio Milani: “È un’installazione che consiste in una nuova pavimentazione dove prima erano presenti tre piccole aiuole”.

L’opera è realizzata con autobloccanti spessi 7 centimetri e alti 14 realizzati in calcestruzzo e finiti con uno strato costituito da una nobile miscela di graniti, porfidi e quarzi che conferisce svariate tonalità di colore alle lettere in rilievo. Si basa su quattro parole chiave che, in qualche modo, rappresentano le radici del progetto del centro ABI (Anziani e Bambini Insieme) sito proprio di fronte alla nuova installazione” spiega Milani. Il committente è Unicoop che gestisce il centro intergenerazionale dove convivono una casa di riposo, un centro diurno per anziani e un nido d’infanzia.

Esempio, Valori, Memoria sono alcune parole chiave che Milani ha disseminato sul pavimento circolare dove sorgerà una sorta di totem/insegna che verrà svelato solo il giorno dell’ inaugurazione prevista l’8 giugno.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE