Divieto di caccia

“Sconfinarono di 120 metri”. Cacciatori piacentini a processo

7 giugno 2018

Secondo l’accusa quattro cacciatori piacentini sarebbero andati a caccia di cinghiali nel Cremonese oltrepassando la linea di confine con il Piacentino, violando il divieto di caccia.

Sono finiti a processo quattro pensionati, provenienti da Pontenure, Fiorenzuola e San Polo, che nel marzo 2016 vennero fermati da una guardia volontaria secondo la quale sconfinarono di 120 metri, finendo sul territorio della provincia lombarda dove vigeva il divieto di caccia.
Oggi, presso il tribunale di Cremona, la prima udienza. Nel frattempo i quattro amici cacciatori sono inattivi “perché – hanno spiegato – ci hanno sospeso il porto d’armi”.

 

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE