#IoTiRaccontoChe

Parte la nuova campagna di donazione sangue: calo anche a Piacenza

12 giugno 2018

“Dono sangue perché dona tutta la mia famiglia. Ho deciso di donare perché mia sorella è stata salvata grazie alla disponibilità di sangue. Dono perché sono giovane e in buona salute. Dono perché senza scorte di sangue non esisterebbero trapianti, medicina d’urgenza e cure oncologiche. Dono perché sono zero negativo e c’è bisogno di me. Dono perché così la mia salute è sempre sotto controllo”.
Ci sono mille buoni motivi per donare sangue, e a spiegarli sono e saranno loro, i donatori, protagonisti della nuova campagna di comunicazione di Regione Emilia-Romagna, Avis e Fidas: #IoTiRaccontoChe. Utilizzando questo hastag, ovvero l’etichetta che sui social network funge da aggregatore tematico, chi dona potrà raccontare, e socializzare, la propria esperienza, per far sì che un gesto prezioso diventi anche contagioso.

“Chi dona sangue, inizia un nuovo racconto”: questo lo slogan della campagna 2018 presentata oggi, 12 giugno, in Regione, a Bologna. Saranno soprattutto i social i motori della campagna, il cui materiale è consultabile sul sito web della Regione www.donaresangue.it.

Nel 2017 le unità raccolte di sangue intero sono state 216.479 in Regione, le unità trasfuse 201.552. A Piacenza si è registrata una lieve flessione di donatori che sono passati dal 7.293 del 2016 a 7.211 del 2017. La raccolta di sangue intero è invece aumentata passando da 13.455 a 13.754.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza