Corte d'Appello

Omicidio Pierini, confermato ergastolo per la figlia. “Sono innocente”

28 giugno 2018

E’ scoppiata a piangere ed ha ribadito la sua innocenza davanti alla Corte d’Appello, Maria Grazia Guidoni, accusata dell’omicidio della madre Giuseppina Pierini avvenuto il 3 luglio 2012 a Pontenure. La Corte di Appello ha confermato la sentenza di primo grado del Tribunale di Piacenza che aveva condannato la 46enne all’ergastolo con isolamento diurno per tre mesi. La donna è accusata di aver ucciso la madre e di averne denunciato la scomparsa. Il corpo di Giuseppina Pierini era stato trovato nell’autunno del 2015 in seguito alla confessione di Gino Laurini, figlio di Maria Grazia Guidoni e nipote della vittima che ammise di aver partecipato al delitto. Laurini era stato condannato a dieci anni di reclusione. Nella sua arringa il legale Claudia Pezzoni del foro di Parma aveva chiesto l’assoluzione per il capo d’imputazione dell’omicidio sostenendo la necessità di un supplemento della perizia psichiatrica. L’avvocato ha annunciato il probabile ricorso in Cassazione.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE