Nibbiano

Bimba di 6 anni rischia di annegare in piscina, il bagnino se ne accorge e le salva la vita

5 luglio 2018

Minuti di vero e proprio panico nella mattinata di oggi, 5 luglio, a Nibbiano: una bambina di sei anni si trovava in piscina e, per cause da chiarire, è finita completamente sott’acqua, senza riuscire a risalire. Uno dei bagnini della struttura, Matteo Cavallini, se n’è accorto e si è immediatamente tuffato per recuperarla. La piccola, residente a Pecorara, aveva già bevuto molta acqua e presentava i primi sintomi di annegamento, ma grazie alle manovre del caso lo stesso bagnino è riuscita a rianimarla, salvandole di fatto la vita.

“Una volta a bordo vasca – dice Cavallini – ho iniziato le manovre Bls (basic life support, quelle che vengono chiamate salva vita). Il battito c’era – dice ancora Cavallini che è anche istruttore di nuoto – ma non respirava. Così ho iniziato l’insufflazione (respirazione bocca a bocca) e dopo poco la bambina ha iniziato a vomitare acqua e a piangere. È stato il primo segnale positivo”. E’ stata subito trasportata in eliambulanza all’Ospedale Maggiore di Parma.

Lo scorso anno, sempre in piscina a Nibbiano, personale specializzato della Croce Rossa aveva tenuto un corso per illustrare ai ragazzi le principali manovre salvavita e come ci si comporta in caso di annegamento.

 

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Val Tidone

NOTIZIE CORRELATE