Lamentele di centinaia di cittadini

“Esalazioni maleodoranti intollerabili”: il Comune blocca lo spandimento di un fertilizzante

3 agosto 2018

Dalla Besurica alla Farnesiana, passando per la zona dello stadio. E poi Mucinasso, San Bonico, La Verza, Pittolo, Vallera, Quarto e addirittura Gossolengo.
Sono centinaia i piacentini che in questi giorni si sono lamentati, spesso chiamando anche la polizia municipale e il Comune, del potentissimo e sgradevolissimo odore che entrava dalle finestre. Tutta colpa dello spandimento avvenuto in diversi campi agricoli di gesso da defecazione, un fertilizzante dalla puzza quasi insopportabile, moltiplicata dal gran caldo e dall’alta umidità di questi giorni.

Polizia municipale, Ausl e Arpae hanno così effettuato alcuni sopralluoghi con tanto di campionamenti dei prodotti utilizzati e dell’aria. Sulla base di un primo rapporto, il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri ha così deciso di emanare un’ordinanza con cui sospende lo spandimento e lo proibisce, fino al 25 agosto, “a tutela della salute pubblica relativa a esalazioni maleodoranti intollerabili“.

Destinatarie le due ditte che stavano effettuando i lavori nei campi per conto di alcuni agricoltori.
L’iter di accertamento prosegue da parte di tutte le autorità coinvolte, nel caso venissero riscontrate irregolarità si potrebbe procedere anche con una denuncia alla Procura, poiché gli “odori molesti” possono diventare reato penale.

L’ORDINANZA DEL COMUNE DI PIACENZA

CATEGORIE: Cronaca Piacenza