Archiviazione respinta

Alluvione del 2015, riaperte le indagini: ci sono alcuni nomi nel registro degli indagati

13 settembre 2018

Non solo da qualche settimana sono state riaperte le indagini, ma ci sarebbero anche alcuni nomi iscritti nel registro degli indagati. Dopo che a luglio il gip Stefania Di Rienzo aveva respinto la richiesta di archiviazione formulata a marzo dal sostituto procuratore Roberto Fontana disponendo nuovi approfondimenti, l’inchiesta sulla drammatica alluvione del 2015 ha ripreso quota. Evento tragico che devastò la Valnure nel 2015 e costò la vita a Filippo Agnelli (il cui corpo non è mai stato ritrovato e per il quale un anno fa è stata dichiarata la morte presunta), al figlio Luigi e alla guardia giurata dell’Ivri, Luigi Albertelli: quella notte le auto su cui viaggiavano vennero inghiottite dal torrente che all’altezza di Recesio sventrò la strada provinciale.

Le ipotesi di reato restano quelle di omicidio colposo e crollo di costruzioni. Non vi è una conferma ufficiale, ma da quanto trapela ci sarebbero degli indagati. Gli inquirenti stanno acquisendo nuove informazioni e sentendo altre persone.

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE