Tre denunce

Fatture false per 34 milioni, 20 milioni sottratti al Fisco: società “cartiera” scoperta dalla Finanza

5 ottobre 2018

Fatture false per 34 milioni di euro e circa 20 milioni di euro sottratti al Fisco.
Sono i contorni della maxi-evasione smantellata dalla guardia di finanza di Piacenza, che ha scoperto una falsa società piacentina, con sede dichiarata in Lituania, operante nel settore dei materiali ferrosi.
Si trattava in realtà di una “cartiera”, ossia di una società creata appositamente al solo scopo di emettere fatture false.
“La complessa attività investigativa, eseguita dal gruppo di Piacenza, anche attraverso l’attivazione dei canali di collaborazione internazionale con Paesi esteri ed al ricorso alle indagini finanziarie – spiegano le Fiamme gialle – ha permesso di scoprire la sottrazione al Fisco italiano di una base imponibile di circa 20 milioni di euro ed un’Iva per circa un milione di euro, oltre all’emissione di fatture false per 34 milioni e 700mila euro ed Iva per circa 2 milioni e mezzo di euro”.
I tre amministratori della società, succedutisi nel tempo, sono stati denunciati per il reato di infedele dichiarazione ed emissione di fatture per operazioni inesistenti (finalizzate all’evasione delle imposte sui redditi e dell’Iva), con contestuale proposta di sequestro “per equivalente” fino alla concorrenza delle imposte evase. Si tratta di tre uomini bresciani di età compresa tra 40 e 50 anni con precedenti per reati fiscali.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE