Reportage

Viaggio verso il centro di Piacenza: ciclabile sul Corso, slalom tra tombini e camerieri

12 ottobre 2018

Prosegue il nostro reportage sulla mobilità cittadina, un viaggio dalle periferie verso il centro di Piacenza, dove migliaia di persone ogni giorno vanno a scuola o al lavoro.

Quasi venti tombini e caditoie in duecento metri di pista ciclabile. Il conteggio è stato fatto dal consigliere comunale Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune) sul tratto di Corso che ospita una corsia ciclopedonale da sempre controversa: “Il regolamento urbano prevede espressamente che sulla superficie della pista ciclabile non possano esistere elementi che arrechino pericolo agli utenti. Qua, invece non è così. Ed è un peccato, perché sono proprio questi disagi a disincentivare l’utilizzo della bicicletta e pertanto la mobilità sostenibile nel territorio urbano”. Alcuni esercenti della zona lamentano la collocazione della pista ciclabile: “Doveva essere realizzata esternamente, accanto alla carreggiata, e non dietro ai plateatici dei bar e degli altri locali: infatti, i camerieri devono attraversarla con i vassoi in mano per servire i clienti”.

VIAGGIO VERSO IL CENTRO DI PIACENZA: VIA VENETO
VIAGGIO VERSO IL CENTRO DI PIACENZA: BARRIERA GENOVA
VIAGGIO VERSO IL CENTRO DI PIACENZA: STRADONE FARNESE

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE