Perquisizione in città

Terrorismo internazionale legato all’Isis: un arresto a Milano, espulso un egiziano che viveva a Piacenza

21 novembre 2018

Perquisizioni anche a Piacenza, nella notte tra martedì 20 e mercoledì 21 novembre, in seguito all’arresto di un lupo solitario dell’Isis compiuto dalla polizia a Milano in un blitz antiterrorismo. La Digos ha controllato un’abitazione in città, nella zona di via Manfredi, in cui viveva un egiziano che risulta indagato per terrorismo internazionale e che al momento è irreperibile.

L’uomo finito in manette – con l’accusa di associazione con finalità di terrorismo internazionale, istigazione e apologia del terrorismo – è un egiziano di 22 anni bloccato dagli uomini del Nocs in attuazione di un provvedimento di custodia cautelare emesso dal Gip dell’Aquila, da dove è partita l’indagine.

Ci sono inoltre due indagati, nei cui confronti è stato emesso un provvedimento di espulsione da parte del ministro dell’Interno: si tratta di un 21enne e un 23enne egiziani che avevano legami di stretta amicizia con l’arrestato e svolgevano attività di propaganda per lo Stato islamico. Uno dei due, ora probabilmente all’estero, viveva a Piacenza.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE