Tensioni in maggioranza

“Addizionale Irpef stop definitivo”, Fratelli d’Italia attacca anche sulle spese

15 dicembre 2018

“Salutiamo positivamente l’indicazione – che tale è, competendo al consiglio comunale la decisione – della Giunta comunale di sospendere l’aumento dell’addizionale Irpef per il 2019. Tuttavia, come sostenuto anche dall’assessore Opizzi, Fratelli d’Italia chiede che non si tratti di una moratoria per un anno ma di una scelta definitiva, con conseguente revoca dell’aumento a suo tempo deliberato dall’amministrazione Dosi” – lo sostengono in una nota i consiglieri comunali Foti, Migli, Bertolini e Domeneghetti.

“D’altra parte – affermano i consiglieri di Fratelli d’Italia – è stato proprio l’assessore al bilancio a rappresentarci che per il 2019 vi erano ulteriori richieste di spesa da parte delle direzioni del Comune per oltre 5 milioni di euro, il che la dice lunga sul fatto che, credendo di contare su maggiori risorse rispetto all’anno precedente, sia da subito partito il festival della spesa”. “Per altro – aggiungono Foti, Bertolini, Domeneghetti e Migli – non ci saremmo opposti se l’indicazione della Giunta fosse stata di segno opposto, preceduta da una drastica riduzione della spesa complessiva e purché l’utilizzo delle eccedenti risorse venisse riservato ad azzerare il degrado in cui la città versa, oltre che per rendere meno opprimente la pressione fiscale sugli immobili. Così non è stato, ma proprio perché siamo coerenti, di possibili aumenti dell’addizionale Irperf non ne vogliamo sentire più parlare”.

“Non solo: chiediamo anche che le entrate degli oneri di urbanizzazione, pesantemente ridottesi rispetto agli anni scorsi, siano prevalentemente utilizzate per finanziare le spese relative a nuove opere – ammoniscono i consiglieri di Fratelli d’Italia – anziché per finanziarie un effimero di cui non si avverte la necessità, ma che abbonda in alcuni provvedimenti dirigenziali.”

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE