Maxi concorso

Ottomila candidati per sette posti fissi: lunedì e martedì Piacenza invasa degli infermieri

15 dicembre 2018

Nel settembre del 2016 si presentarono in cinquemila per 5 assunzioni.
Da lunedì sarà ancora peggio: al Palabanca di Piacenza sono attesi 8.800 candidati per sette posti da infermiere.

Un maxi concorso che vede l’Ausl di Piacenza capofila di una procedura indetta in forma congiunta con l’Ausl di Reggio Emilia, l’Ausl e l’Azienda ospedaliera di Parma, l’Ausl e l’Azienda ospedaliera di Modena.
L’obiettivo è quello di costituire quattro graduatorie, una per ciascuna delle province dell’Area Vasta Emilia Nord. I candidati ammessi al concorso sono precisamente 8.801.
Le prove scritta e pratica si svolgeranno in tre sessioni distribuite tra le giornate di lunedì 17 e martedì 18 dicembre.
Lunedì 17 dicembre, alle 14.00, sono convocati i primi 3.040 candidati, quelli con l’iniziale del cognome compresa tra le lettere A e D.
Martedì 18, alle 9.00, si dovranno invece presentare in 2.982: i partecipanti con l’iniziale del cognome compresa tra le lettere E e O.
Alle 14 di martedì, infine, sono convocati gli ultimi 2.779, con l’iniziale del cognome compresa tra le lettere P e Z.

I posti messi bando sono sette: due a Piacenza, due a Parma, due a Modena e uno a Reggio Emilia. In fase in presentazione delle domande, ogni persona ha indicato l’azienda o l’ambito provinciale per il quale intende concorrere.

Le graduatorie risultanti dal concorso avranno poi validità triennale e i candidati che ne faranno parte potranno essere chiamati in servizio nei prossimi anni.

La procedura concorsuale permetterà quindi la formulazione di quattro distinte graduatorie (una per l’Ausl di Piacenza, una per l’Ausl di Reggio Emilia, una per l’ambito provinciale di Parma e una per l’ambito provinciale di Modena) che verranno utilizzate dalle aziende per procedere alla copertura a tempo indeterminato di posti di infermiere.

L’Ausl di Reggio Emilia, nonché le aziende sanitarie di Parma utilizzeranno la graduatoria formulata in esito alla presente procedura concorsuale una volta esaurita o scaduta la graduatoria che attualmente è in vigore.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE