Altri tre giovani lottano per la vita

Rimangono gravissime le condizioni del 31enne travolto sabato notte. Alcol e droga nel sangue del guidatore arrestato

11 marzo 2019

Rimane in prognosi riservata e le sue condizioni giudicate gravissime, l’uomo di 31 anni, ora ricoverato all’ospedale di Modena, che nella notte tra sabato e domenica è rimasto vittima di quella che può essere definita una autentica notte di pura follia.

Come ormai noto, un 24enne piacentino, risultato alla guida sotto l’effetto di alcol e droghe, ha falciato il 31enne all’altezza della scuola “Giordani” mentre stava rincasando in bicicletta accompagnato dalla fidanzata che procedeva al suo fianco e che fortunatamente non è rimasta coinvolta.

L’auto non ha arrestato la sua corsa e poche centinaia di metri dopo, alla rotatoria di via Nasolini, si è schiantata contro un albero. In seguito all’incidente, altri tre giovani a bordo della Seat Leon nera, sono rimasti feriti in maniera molto grave. Si tratta di due ragazze diciottenni che, in seguito all’impatto, si ritrovano a lottare per la vita all’ospedale di Parma. Ferito in maniera molto seria anche un 22enne di Piacenza che si trovava sul sedile al fianco del guidatore e che ora è ricoverato al Maggiore.

Con tutta probabilità il protagonista della folle notte sarà nuovamente interrogato nella giornata di domani per ricostruire i dettagli di quei pochi minuti che rischiano di diventare un incubo per ben quattro famiglie. Per il 24enne, agli arresti domiciliari, le accuse rimangono quelle di guida in stato di alterazione, ovviamente di omissione di soccorso, di svariate violazioni al codice della strada e di lesioni personali stradali. La pena per quest’ultima fattispecie, nel caso di lesioni gravissime, va da tre mesi a tre anni di reclusione.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE