Carabinieri di Rivergaro

Porta la cocaina all’amico ai domiciliari, arrestato. Pizzicati altri corrieri della droga

12 marzo 2019

Si reca dall’amico agli arresti domiciliari per portargli un po’ di cocaina e s’imbatte nei carabinieri di Rivergaro. L’ennesimo arresto dei carabinieri della Valtrebbia è avvenuto la sera di mercoledì 6 marzo nel centro di Piacenza. A finire in manette un 44enne piacentino con precedenti legati al mondo della droga. L’uomo aveva in tasca tre grammi di cocaina, altri due grammi di “Bamba” erano sulla sua automobile. Comparso ieri pomeriggio davanti al giudice, l’imputato ha ammesso che stava portando la cocaina all’amico ai domiciliari. L’avvocato difensore ha chiesto ed ottenuto i termini a difesa. Il giudice dopo aver convalidato l’arresto dei carabinieri ha quindi disposto l’obbligo di firma presso la caserma dei carabinieri ogni sera alle 18. L’accusato è stato quindi rimesso in libertà e il processo è stato rinviato al 14 maggio.

Venerdì 8 marzo erano finiti nella rete dei carabinieri di Rivergaro a barriera Milano altri due corrieri: un indiano di Guardamiglio e un gambiano senza fissa dimora. I due avevano un paio di etti di hashish suddivisi in due panetti. Sono stati entrambi arrestati. mercoledì sera invece nei pressi della stazione di Piacenza i carabinieri di Valtrebbia hanno pizzicato un corriere marocchino con altri due panetti di hashish per un peso complessivo di 200 grammi.

Lo scorso 23 febbraio alla stazione ferroviaria di Codogno era stato arrestato un cittadino del Gambia. Sceso dal treno aveva trovato i carabinieri rivergaresi che gli avevano trovato sette etti di hashish. I carabinieri di Rivergaro a metà febbraio avevano arrestato un uomo in via Emilia Pavese a Piacenza con tre etti di hashish. Nelle settimane precedenti altri due corrieri erano stati arrestati dai carabinieri rivergaresi presso la stazione ferroviaria di Piacenza con ingenti quantitativi di droga.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE