Ora in carcere a Venezia

Omicidio di Borgonovo, la ricostruzione della fuga del presunto assassino

12 maggio 2019

Avrebbe ucciso la moglie Damia El Assali a Borgonovo, poi Abdelkrim Foukahi ha cercato di fuggire in Marocco insieme ai due figli di due e cinque anni. E ha avuto quarantott’ore di tempo per tentare di realizzare il suo piano. La prima meta, una volta partito da Borgonovo in auto, è stata la Francia. Sarebbe arrivato a Nizza, ma qui non avrebbe trovato navi in partenza per il suo Paese. Stessa fine hanno fatto due successivi tentativi. Sarebbe quindi tornato in Italia, per prendere la via del nord-est, ma è stato trovato e fermato a Treviso.

Questa la ricostruzione operata dagli inquirenti, con l’uomo che nel frattempo, davanti al gip, ha deciso di tacere.

Come ormai noto, Damia El Assali, nella mattinata dell’8 maggio è stata ritrovata senza vita nella sua casa di via Pianello, a Borgonovo. Morta sgozzata da almeno un giorno, con il marito Abdelkrim irreperibile al pari dei figli di 2 e 4 anni. Nelle ore immediatamente successive al rinvenimento del cadavere è scattata una gigantesca caccia all’uomo che, in serata, ha consentito di riuscire ad individuare il marito della vittima e i figli all’interno di un autogrill di Treviso. Ora l’uomo si trova nel carcere di Venezia. I bambini sono stati invece affidati alla sorella della vittima. Questa la ricostruzione ancora al vaglio delle forze del’ordine.

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE