Inchiesta assenteismo

Il Comune di Piacenza chiede i danni ai “furbetti del cartellino”

20 maggio 2019

Il Comune di Piacenza ha depositato al giudice per l’udienza preliminare la richiesta di danni nei confronti dei 31 dipendenti per i quali è stato chiesto il rinvio a giudizio nell’ambito dell’inchiesta sull’assenteismo accusati a vario di titolo di falso, truffa e peculato. Palazzo Mercanti si costituisce parte civile e chiede i danni patrimoniali, morali e di immagine. Le difese hanno sollevato alcune eccezioni e la prossima udienza è in programma l’8 luglio.

L’indagine, iniziata nel giugno 2016 ma venuta a galla un anno dopo con il blitz a Palazzo Mercanti della polizia municipale e della Guardia di Finanza, ebbe ampia risonanza mediatica per il numero degli indagati, ben 50, quasi il 10% dell’organico complessivo dei dipendenti comunali e un ufficio, quello della manutenzione, di fatto azzerato.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE