Marocchino arrestato

Aggredisce una barista, gli agenti lo bloccano. Volante accerchiata dai parenti, poliziotto ferito

11 giugno 2019

Inquietante episodio nella sera di lunedì 10 giugno in via Marinai d’Italia a Piacenza. Una donna, la barista di un locale della via, è stata aggredita da un ubriaco che ha dato in escandescenze, prendendo di mira anche altri oggetti. L’aggressore è un marocchino di 30 anni, che è stato arrestato dalla polizia.

L’uomo ha colpito la donna con un bicchiere rotto al suo rifiuto a servirgli ancora da bere, ed è fuggito. Subito è intervenuta la polizia che lo ha bloccato e caricato in auto e nella concitazione il marocchino ha ferito un agente causandogli lesioni giudicate guaribili in 15 giorni di prognosi.  Alcuni parenti dell’uomo hanno cercato di bloccare la volante per impedirne la partenza.

Il marocchino, regolare sul territorio italiano, è stato identificato: si tratta di un uomo con precedenti per lesioni e contro il patrimonio. E’ stato arrestato per lesioni e resistenza violenza a pubblico ufficiale. Nella mattinata la Questura ha proceduto con la revoca del permesso di soggiorno.

La barista, 45 anni di origini cinesi, se la caverà con pochi giorni di prognosi.
“Abbiamo paura di quest’uomo perché non è la prima volta che entra nel nostro bar e va in escandescenze rompendo bicchieri e tazzine – spiega la donna, che tre anni fa ha acquistato il bar con il marito -. Consuma bevande alcoliche senza mai pagare. Hanno tutti paura e quindi nessuno prende le mie difese. Quando beve molto dice che questa è casa sua perché lui vive qui da vent’anni e quindi comanda lui”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE