Moglie perseguitata

Prima le rompe il naso con un pugno e poi la “stalkerizza”: altri due anni di condanna

13 giugno 2019

“Sei un morto che cammina”, “faccio una strage”, “ammazzo tutti”. Questi e altri simili messaggi inviati alla ex moglie sono finiti per costare due anni di pena ad un manovale piacentino quarantacinquenne accusato di stalking, nei confronti della moglie. La sentenza l’altro giorno in tribunale: va ad aggiungersi ad una precedente pena, sempre di due anni, inflitta al manovale per aver rotto il naso con un pugno alla moglie, una signora piacentina sua coetanea.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE