I terreni candidati alla costruzione

Futuro ospedale: dalla Besurica alla Farnesiana passando per La Verza, ecco i proprietari delle sei aree

9 luglio 2019

In attesa che si levi la fumata bianca sulla decisione finale di dove erigere il futuro ospedale di Piacenza, l’incontro di lunedì 8 luglio tra i rappresentanti dei gruppi consigliari di maggioranza e opposizione, ha permesso di cominciare a identificare i proprietari dei sei terreni ipotizzati.

Le aree sono state ribattezzate così dai tecnici: Besurica ovest 1, Besurica sud 2, Besurica est 3, La Verza 4, Podere Cascine 5, Farnesiana 6. Sono tutte nella fascia sud della città a ridosso della tangenziale.

In base al raffronto tra la planimetria del Comune e le visure catastali, l’area identificata come Besurica Ovest 1, cioè quella compresa tra il quartiere residenziale e l’istituto scolastico Raineri Marcora, risulta di proprietà dell’Immobiliare Lenima Società Agricola di Piacenza.
Sull’altro lato della Strada Agazzana si trova l’area identificata come Besurica Sud 2. In questo caso la proprietà è multipla in quanto suddivisa in tre lotti: una è dell’Immobiliare piacentina Lema di Cesarino Parenti, fratello dell’imprenditore Giuseppe Parenti (ex presidente di Confindustria e della Camera di Commercio), nonché fondatore della Lafer; mentre le altre appartengono a privati cittadini, una a Ludovica Costanzi Porrini, l’altra a Antonella e Giovanni Ferrari.
Veniamo al terreno Besurica Est 3: l’area risulta interamente intestata all’Immobiliare Lema.
La titolarità della superficie di La Verza 4, il terreno agricolo dietro la caserma dei vigili del fuoco su Strada Val Nure, è divisa tra l’Immobiliare Torricella e la Real Estate Hotel.
Le proprietà dell’area Podere Cascine 5 è tutta dell’istituto religioso Opera Pia Alberoni con il presidente Giorgio Braghieri che era già intervenuto pubblicamente ritenendola ideale per ospitare il nuovo ospedale (su Libertà aveva stimato un costo di 3 milioni di euro)
La proprietà della Farnesiana 6, quella collocata di fronte alla casa circondariale di San Lazzaro di fianco a Strada Farnesiana, è suddivisa: una parte è dell’ente religioso mentre l’altra risulta dell’Azienda Agricola Novate.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE