Provincia

“Bobbio come culla d’Europa”. Philippe Daverio in Valtrebbia per l’inaugurazione del nuovo spazio espositivo

8 luglio 2018

Bobbio come culla d’Europa: é la proposta del critico d’arte Philippe Daverio di inviare ai “potenti” come Merkel, May, Macron bottiglie di vino dalla Città perché si ricordino le comune radici europee è stata accolta dal sindaco di Bobbio Roberto Pasquali, in occasione dell’inaugurazione del nuovo spazio espositivo, restaurato con un contributo di Regione, Comune e “Gamma”, nell’ex refettorio dei chiostri di piazza Santa Fara.

Daverio, dialogando con il giornalista del Corriere della sera Giangiacomo Schiavi e il vescovo Gianni Ambrosio, ha lanciato la proposta di dare vita qui, in Valtrebbia, a una “capitale morale”. Ambrosio: “I potenti non sono poi così potenti, sembrano piuttosto tristi, c’è bisogno di ritrovare speranza”. Da Schiavi, l’appello a fare della valle la terra di storia e memoria, da Colombano ad Annibale, da Caproni a Toscanini, fino a Hemingway.

Presente anche il presidente della Regione Stefano Bonaccini che ha annunciato un incontro sulla Statale 45 (perché c’è bisogno anche di strade fisiche, non solo morali, per rilanciare la vallata) il 17 luglio a Piacenza con Anas. Conferita per merito la cittadinanza onoraria di Bobbio a Schiavi e Daverio. Una sorpresa per i due nuovi cittadini: “Sono commosso, ora chiedo anche tasse agevolate per Bobbio. Potrebbe diventare come Montecarlo, anzi meglio, perché a Montecarlo ci sono gli yacht dei ricchi. Qui quattro trattori e due vigne sono più rassicuranti”, ha concluso Daverio.

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cultura e Spettacoli Provincia

NOTIZIE CORRELATE