Cibo e convegni

“Un Po di Blu”, alla Faggiola due giorni di eccellenze del territorio e turismo sostenibile

14 settembre 2017

Con due convegni, aperitivi, cena in corte, street food, laboratori e dj set, sono in arrivo alla Faggiola due giorni dedicati all’acqua, alle eccellenze enogastronomiche e alle proposte turistiche delle valli piacentine.

“Un Po di Blu” è il titolo della festa del turismo sostenibile che nella corte di Gariga sabato e domenica prossimi accompagnerà i piacentini alla scoperta degli itinerari e dei prodotti che fanno di Piacenza e del suo territorio una tipicità del panorama nazionale.

La manifestazione si apre sabato alle 17 con “Il valore dell’acqua, cambiamenti climatici e nuovi scenari di gestione” il primo dei due convegni e organizzato dal Consorzio di bonifica di Piacenza.

Domenica La Faggiola si trasformerà in una vetrina degli itinerari slow che attraversano il territorio, dove raccogliere informazioni, guide e mappe per scoprire lentamente le provincie di Piacenza e Parma, a piedi, in bicicletta, a cavallo o navigando sul grande fiume.

Al pomeriggio il secondo convegno in programma, “Parliamo di turismo sostenibile”, a cura del Gal – Gruppo di Azione Locale – del Ducato. Una prima occasione di riflessione sul tema dell’area vasta.

Un Po di Blu è il terzo dei quattro eventi della rassegna enogastronomica “I colori del gusto” organizzata dalla Faggiola con l’obiettivo di valorizzare i prodotti tipici piacentini attraverso eventi a tema e la partecipazione di chef di rilevanza nazionale che interpretano in modo creativo le materie prime del territorio.

La manifestazione è realizzata grazie al contributo del Consorzio di Bonifica di Piacenza in collaborazione con Coldiretti, Consorzio Tutela Grana Padano, Centro di Formazione sperimentazione e innovazione Vittorio Tadini, Comune di Podenzano, Comune di Piacenza, Gal del Ducato, Castelli del Ducato di Parma e Piacenza e Osteria Fratelli Pavesi. L’evento è patrocinato da Provincia di Piacenza, Camera di Commercio di Piacenza e Slow Food Piacenza.

CATEGORIE: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE