"Bistecca Green"

Zootecnia 4.0, delegazione piacentina alle Bonifiche Ferraresi

6 ottobre 2017

 

C’era anche una delegazione piacentina – guidata da Marco Crotti e Luigi Bisi, presidenti rispettivamente di Coldiretti Piacenza e di Terrepadane e dal direttore di Coldiretti Piacenza Giovanni Luigi Cremonesi – ieri, giovedì 5 ottobre, alla presentazione di un innovativo progetto per la zootecnia italiana. L’evento si è svolto alle Bonifiche Ferraresi e il progetto mira al rilancio della produzione di carne bovina italiana a fronte del calo dei consumi che – secondo i dati Censis analizzati da Coldiretti – ha portato alla chiusura di 4mila stalle dal 2010.
All’incontro avvenuto quindi nella più grande azienda agricola d’Italia a Jolanda di Savoia è stata presentata la bistecca “green” per rilanciare i consumi, con la prima filiera di carne 4.0 totalmente ecosostenibile.

Secondo i dati diffusi ieri, in Italia il numero degli animali allevati è il più basso dal dopoguerra, sceso ad appena 5,9 milioni, dopo aver raggiunto un picco record di 10 milioni nel 1968. Il risultato è che negli ultimi 25 anni l’Italia ha perso il 33% dei bovini da carne ma importa quasi la metà della carne consumata. “Quando una stalla chiude – sostiene il presidente di Coldiretti Piacenza Marco Crotti – si perde un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di prodotti tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere lo spopolamento, un problema fortemente avvertito anche nel Piacentino”.

Per invertire la tendenza, la soluzione – continua la Coldiretti – è puntare alla qualità e all’ecostenibilità, portando sulle tavole dei consumatori un prodotto sempre più d’eccellenza.

CATEGORIE: Economia e Politica

NOTIZIE CORRELATE

×

Newsletter di Liberta.it

E' disponibile la newsletter di Libertà!

Per voi la possibilità di ricevere i nostri contenuti del giorno direttamente nella vostra casella e-mail.

Iscrivetevi subito! Non sono interessato, non mostrare più l'avviso