Agenzia delle Entrate

Evasione fiscale scoperta, Castel San Giovanni nella top ten regionale: 4 milioni di euro

22 novembre 2018

Circa 13mila abitanti, quasi 4 milioni di evasione scoperta. E’ il comune di Castel San Giovanni, inserito al 6° posto di una speciale classifica realizzata dalla Agenzia delle entrate grazie alla collaborazione, avviata nel 2009, con l’associazione dei comuni dell’Emilia-Romagna. Più del doppio di tutta l’imposta evasa accertata del piacentino, che ammonta a 7 milioni di euro (contro i 26 di Modena e i 4,7 di Parma).

Il capoluogo della Val Tidone è subito dopo Bologna (6 milioni di evasione) in una top ten guidata da Reggio Emilia con quasi 12 milioni di euro di evasioni accertate.

La collaborazione ha permesso di incassare a livello regionale 41,6 milioni di euro, con 6.280 accertamenti realizzati e un’evasione accertata di oltre 107 milioni di euro.

A livello regionale l’ambito nel quale sono state registrate più segnalazioni è quello della “proprietà edilizia e patrimonio immobiliare” (con il 51% delle segnalazioni totali) da cui, grazie a rendite catastali e affitti non dichiarati provengono più di 20 milioni di evasione accertata.

Ma i campi di intervento più proficui sono altri: tra tutti, emerge il settore “urbanistica e territorio” (che riguarda in particolare le operazioni di speculazione edilizia), con una maggiore imposta accertata di circa 40 milioni di euro. Molto redditizie anche le segnalazioni sui “finti poveri”, vale a dire i contribuenti che manifestano un tenore di vita in palese contrasto con i redditi dichiarati, con i quasi 33 milioni di euro accertati. Significativa anche l’evasione nel settore “commercio e professioni”, in particolare a carico di soggetti che svolgono attività commerciali completamente in nero o dietro lo schermo di associazioni (14,6 milioni di euro).

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Economia e Politica Provincia

NOTIZIE CORRELATE