Pallanuoto serie C

Vittoria al cardiopalma per l’Everest Piacenza: cuore e grinta per l’8-7 contro Lodi

24 febbraio 2018

L’Everest Piacenza Pallanuoto centra la quarta vittoria consecutiva al termine di una partita rivelatasi molto difficile per il settebello piacentino. La squadra di Fabio Fresia ha ad ogni modo sempre condotto l’incontro, disputato alla Raffalda, dimostrando così la propria superiorità tecnica e rischiando unicamente nel finale.

Gli ospiti sono stati sorretti più dalle giocate dei singoli che non dal collettivo, mandando in vasca una prova comunque positiva. Non troppo soddisfatto il tecnico piacentino Fresia: “Abbiamo concesso troppo agli avversari e non siamo stati ben concentrati in troppe circostanze. La nota più positiva è il risultato”.

Dopo aver sbagliato due superiorità numeriche il Piacenza riparte di slancio ed il primo a segnare è il bravo Zanolli con un gran tiro da lontano. Subito dopo Fanzini in superiorità, ben servito da Bianchi, porta sul 2 a 0 il risultato; i lodigiani trovano la loro prima rete grazie a Carpanzano, ma un grandissimo tiro libero di Bianchi fulmina l’incolpevole Pellegri sul finale del primo tempo: 3 a 1.

Nella seconda frazione di gioco è ancora il Piacenza che preme sull’acceleratore ed è ancora Zanolli che, questa volta in superiorità, porta a tre le reti di vantaggio per i padroni di casa. Gli ospiti faticano molto, anche perché la difesa piacentina è ben organizzata e solo una bella invenzione di Turelli che colpisce con un tiro a rimbalzo da lontano, permette allo Sporting Lodi di rimanere in corsa.
Si va al terzo tempo con i lodigiani che iniziano a tirar fuori le unghie e Vanelli ben servito dall’ala guadagna un rigore che Turelli trasforma. Con una sola rete di vantaggio il Piacenza fatica per alcuni minuti a trovare il gol sino a quando Merlo si guadagna e trasforme il rigore che riporta a più due l’Everest. E’ il momento dei rigori ed un altro passaggio dall’ala al centro permette ai lombardi di rimettere Turelli sulla linea dei 5 metri per realizzare nuovamente con il penalty. 5 a 4 ed ancora tutto da rifare. Ma qui il Piacenza ha una bella reazione e prima Fanzini realizza al volo in superiorità grazie ad un 1-2 veloce e poi Bianchi riporta a più tre il Piacenza ancora con un tiro libero.

Quarto tempo da brivido anche perché sostanzialmente la squadra di Fresia ha sino ad ora dimostrato di poter controllare con sufficienza il risultato; Bernardi fa il suo dovere tra i pali ma su una ripartenza dei piacentini c’è un controfallo che permette a Borsatti di portare sul 7 a 5 il risultato.
Reazione piacentina che con Merlo si riporta a più tre grazie alla espulsione conquistata splendidamente giocata con una altro rapido 1-2: ma i lodigiani sanno vendere cara la pelle e realizzano ancora con Carpanzano. 8 a 6 ed è ancora Turelli a guidare i suoi in superiorità numerica con un bel tiro da fuori portando il risultato sull’ 8 a 7.
I padroni di casa faticano a finalizzare ma contemporaneamente riescono a difendere con i denti la sola rete di vantaggio sino al suono della sirena.

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE