Alessandria-Piacenza 1-1

Gatto graffia ma Romero salva i biancorossi all’ultimo respiro. FOTO

15 aprile 2018

Ottimo pareggio del Piacenza che, al Moccagatta con l’Alessandria, riesce, in pieno recupero, a rimediare al gol di Gatto giunto in avvio di ripresa. Tre pali, un rigore fallito e tante emozioni in un match che premia il carattere dei ragazzi di Franzini.

Mister Franzini punta su Di Cecco per sostituire lo squalificato Masciangelo, con Castellana che viene schierato come di consueto sul versante di destra. Dall’altra parte, Marcolini risparmia i “gioielli” Sestu e Gonzalez, dentro Fishnaller e Bellazzini.

Un primo tempo disputato su ritmi molto elevati e privo di particolari tatticismi. Il Piace parte bene e si presenta dopo soli quattro minuti dalle parti di Vannucchi che è costretto agli straordinari su Pesenti dopo il clamoroso errore di Nicco. Grigi che si fanno decisamente pericolosi su azioni da palla inattiva: Fishnaller e Giosa fanno correre brividi al centinaio di rumorosissimi tifosi biancorossi giunti al Moccagatta. Fumagalli entra in scena al 23’ sulla staffilata mancina di Fishnaller, menter il Piacenza si affida ai guizzi a destra di Di Molfetta. Nel finale, la gara si movimenta nuovamente: prima sono gli emiliani a sfiorare il vantaggio con Pergreffi, ma dopo il colpo di testa del difensore ci pensa Giosa, appostato nei pressi della linea di porta, a salvare Vannucchi. Al 44’, è invece disastroso Di Cecco che affossa in piena area Bellazzini: calcio di rigore ma, dagli undici metri, il palo dice “no” al penalty di Marconi.

Alessandria che si ripresenta in campo per la ripresa assai agguerrito e già all’8’ passa all’incasso: è Gatto a firmare la rete del vantaggio, piazzando da destra, sul palo lontano, un pallone ottimamente lavorato proprio da Marconi. Reazione biancorossa che non è un granchè e così Franz cambia: dentro Romero e Bini, fuori Corazza e Segre, con lo schieramento che torna 3-5-2. Un minuto più tardi, al 23’, palo dell’Alessandria sulla punizione al veleno di Bellazzini. Romero si mette in evidenza subito dopo con un gran colpo di testa che però non centra la porta. Le forze iniziano a scarseggiare in casa Piace e nemmeno Pesenti, con un’inzuccata da ottima posizione riesce ad impensierire Vannucchi. Marcolini getta nella mischia anche Gonzalez a dieci dal termine, ma il bomber sudamericano non si vede. Ultimi due minuti e altrettanti brividi. Prima Fumagalli compie un grande intervento su Nicco, sul ribaltamento di fronte è Della Latta, con un rigore in movimento, a stampare sul palo un pallone che torna docile tra le braccia di Vannucchi. Terzo legno della giornata con l’Alessandria che sfiora il raddoppio in pieno recupero, ma quando tutto sembra finito ecco il colpo di scena. Romero approfitta di una dormita colossale della difesa di casa e con una astuta zampata batte Vannucchi in uscita: il Piace rimane all’ottavo posto a tre giornate dalla fine. Play off sempre più vicini nonostante le inseguitrici non si arrendano.

Prossimo impegno per il Piacenza, sabato prossimo al Garilli, quando, dalle 20.30, sarà tempo di derby con il sempre più inguaiato Pro Piacenza.

ALESSANDRIA-PIACENZA 1-1
MARCATORI Gatto (A) all’8’ e Romero (P) al 48’ s.t.
ALESSANDRIA (4-3-3) Vannucchi; Celjak, Piccolo, Giosa, Barlocco; Nicco, Gazzi, Gatto (dal 35’ s.t. Ranieri); Bellazzini (dal 25’ s.t. Sestu), Marconi, Fishnaller (dal 35’ s.t. Gonzalez). All. Marcolini
PIACENZA (4-3-3) Fumagalli; Castellana, Silva, Pergreffi, Di Cecco (dal 40’ s.t. Mora); Segre (dal 22’ s.t. Bini), Della Latta, Corradi; Di Molfetta (dal 40’ s.t. Zecca), Pesenti, Corazza (dal 22’ s.t. Romero). All. Franzini
ARBITRO De Tullio di Bari
NOTE paganti 871, abbonati 1280. Ammoniti Di Cecco, Pergreffi.

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE

×

Newsletter di Liberta.it

E' disponibile la newsletter di Libertà!

Per voi la possibilità di ricevere i nostri contenuti del giorno direttamente nella vostra casella e-mail.

Iscrivetevi subito! Non sono interessato, non mostrare più l'avviso