Quattro nazioni coinvolte

Piacenza capitale dello sport per disabili. Il progetto illustrato oggi

10 settembre 2018

Piacenza capitale mondiale dello sport senza barriere. A partire da sabato scorso e fino al 16 settembre, il nostro territorio ospita alcune delegazioni di ragazzi e ragazze disabili tra i 13 e i 25 anni provenienti da Italia, Ucraina, Svezia e Lituania, per un totale di 77 persone riunite alla “Bellotta” di Pontenure. Attraverso l’attività fisica e l’arte, il progetto “Friendship through arts and sports” – promosso dal programma europeo “Erasmus plus” con l’associazione di volontariato Assofa. – si pone lo scopo di agevolare gli scambi tra i giovani diversamente abili.

L’iniziativa è stata presentata in conferenza stampa a Palazzo Mercanti dall’assessore allo sport Massimo Polledri, dal presidente di Assofa Giovanni Bianchini, dalla coordinatrice per la progettualità Lucia Bianchini, dalla volontaria Sabrina Bracchi, da Franco Paratici del Comitato italiano paralimpico e dalla dirigente della scuola di agenti di Polizia di Piacenza Paola Capozzi.

 

© Copyright 2018 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE