Pro Piacenza-Arezzo 2-1

Il Pro risorge con l’Arezzo: Nolé e Sanseverino interrompono la serie nera

12 dicembre 2018

Nel giorno in cui è stato ufficializzato il deferimento alla procura federale per i ritardati pagamenti degli stipendi di luglio e agosto, il Pro Piacenza torna al successo e pone fine alla serie nera: tutto nella ripresa con la rimonta piacentina concretizzatasi dopo il gol di Buglio con le segnature di Nolé e Sanseverino. Uno dei risultati a sorpresa della 16esima giornata di campionato.

Mister Maspero recupera Nolé dopo l’infortunio occorso al fantasista e il dieci rossonero parte dal primo minuto alle spalle di Scardina e Volpicelli.

L’avvio del Pro è morbido e infatti, già all’8′, l’Arezzo sfiora il vantaggio: è il solito Brunori a costruire e a concludere un’azione insistita in coppia con Serrotti, la conclusione del centravanti da pochi metri è ribattuta di piede da Bertozzi, molto bravo nella circostanza. Toscani che fanno la partita e Pro incapace di rendersi pericoloso dalle parti di Pelagotti. Buongiorno alza bandiera bianca per infortunio prima della mezz’ora, dentro Sanseverino, i rossoneri passano al modulo 4-3-1-2. L’Arezzo fa valere un possesso palla molto articolato, ma che si rivela sterile; gli uomini di Maspero escono dal guscio al 36′ con la combinazione Volpicelli-Scardina: il tiro di quest’ultimo in diagonale è preda di Pelagotti. E’ evidente la superiorità tecnica dell’Arezzo, ma l’imprecisione dei toscani negli ultimi venti metri e la buona prova di Polverini e Pasqualoni consente ai rossoneri di arrivare all’intervallo sullo 0-0.

Un equilibrio che si rompe già al 4′ della ripresa: gran gol quello messo a segno da Buglio che, dopo essersi accentrato da destra, ha scaricato un mancino a giro che ha spedito il pallone nell’angolo lontano. Una rete che sembra rilassare la formazione di Dal Canto, con il Pro che già al 12′ trova il pari: calcio d’angolo da destra, deviazione sul primo palo e Nolé, appostato sul secondo, trafigge Pelagotti di testa. Dal Canto decide allora di gettare nella mischia il suo uomo più rappresentativo, Cutolo, reduce da un infortunio. Sembra un Pro in grado di reggere l’urto contro i più quotati avversari, ma al 20′, ecco la svolta: Remedi si fa cacciare per un ingenuo fallo da dietro a metà campo. A rimettere le cose a posto ci pensa Basit un minuto più tardi per un fallo a pallone lontano ai danni di Sanseverino. Altri tre minuti e il Pro passa: è una perla di Sanseverino a valere il 2-1, con l’esterno che ha trovato l’angolo lontano con un gran destro a giro dai venticinque metri. Arezzo che si trova spiazzato e Pro che sfiora il tris alla mezz’ora con il destro radente di Nolé fuori di pochissimo. L’ultimo quarto d’ora è di pura sofferenza per Bertozzi e compagni, ma fino ad un certo punto perchè l’Arezzo, nonostante un gran possesso, non troverà mai la via della porta. Tre punti vitali per il Pro che torna al successo dopo quasi un mese e ridà vigore ad una graduatoria destinata a peggiorare pesantemente a breve con la penalizzazione in arrivo.

Prossimo impegno per il Pro Piacenza, domenica prossima in terra sarda con l’Arzachena.

PRO PIACENZA-AREZZO 2-1
MARCATORI Buglio (A) al 4′, Nolé (P) al 12′ e Sanseverino (P) al 25′ s.t.
PRO PIACENZA (3-5-2) Bertozzi 6,5; Pasqualoni 6,5, Polverini 6, Nava 6,5; Kalombo 6, Ledesma 5,5, Remedi 5, Buongiorno s.v. (dal 23′ p.t. Sanseverino 7); Nolé 6,5 (dal 33′ s.t. Milani 6); Scardina 6 (dal 21′ s.t. Sicurella 6), Volpicelli 6,5 (dal 33′ s.t. Perrotti 6). (Di Maio, Bajic, Zola, Sicurella, Kadi, Poddie, Urso). All: Maspero.
AREZZO (4-3-1-2) Pelagotti 6; Luciani 5,5, Borghini 6, Pinto 6, Sala 5,5 (dal 40′ s.t. Varuti s.v.); Foglia 5,5, Basit 5, Buglio 6,5 (dal 37′ s.t. Choe Song 5,5); Serrotti 6; Persano 5,5, Brunori 6 (dal 13′ s.t. Cutolo 6).(Melgrati, Zappella, Mosti, Zini, Stefanec, Burzigotti, Bruschi, Keqi, Tassi). All: Dal Canto 5,5.
ARBITRO Annaloro di Collegno 7.
NOTE paganti 100 circa, incasso n.c., non ci sono abbonati. Espulsi Remedi (P) al 21′ s.t. e Basit (A) al 23′ s.t.. Ammoniti Luciani, Choe Song, Perrotti e Pinto. Angoli 3-8.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Piacenza Sport

NOTIZIE CORRELATE