Tennistavolo Serie A1

Impresa Cortemaggiore in semifinale playoff: superato 4-2 Bolzano, si va a gara 3

15 aprile 2019

Sarà la “bella” a designare la squadra che affronterà la Brunetti Castel Goffredo nella finale scudetto femminile di Serie A1 di tennistavolo. Dopo il successo in casa per 4-1 dell’Eppan Tischtennis Raiffeisen in gara-1, nel match di ritorno la Teco Corte Auto Cortemaggiore ha impattato la situazione, imponendosi per 4-2 davanti al suo pubblico.

L’avvio della sfida è stata tutta a favore delle padrone di casa, che hanno potuto contare su una convincente prestazione della giovanissima  16enne Arianna Barani, bravissima a superare per 3-0 l’ex Giulia Cavalli. Dopo il 13-11 e l’11-5 dei primi due set, nel terzo la magiostrina è scivolata sotto per 1-7 e dal 4-7 ha messo a segno fantastico e strepitoso un break di 7-0. Renata Strbikova ha riscattato le due sconfitte del match di Appiano dominando Denisa Zancaner per 3-0 (11-6, 11-5, 11-1) e di lì a poco anche facilmente  con disarmante disinvoltura la Cavalli con un terzo set da favola   (11-5, 11-4, 11-1). In mezzo alle due cavalcate trionfali della ceca Debora Vivarelli ha guidato la riscossa delle ospiti, prevalendo alla distanza sull’ucraina Ganna Farladanska. La bolzanina ha incamerato il primo parziale (11-7), ha ceduto il secondo (2-11) e meno nettamente il terzo (8-11).

Nel quarto ha preso il comando fin dal primo punto e non lo ha più lasciato (11-8). Alla “bella” Farladanska è risalita da 1-3 a 7-4 e Debora ha avuto una grande reazione. Con sei punti di fila si è issata a tre palle match (11-7) e alla seconda ha avuto la meglio. L’azzurra, dopo il secondo sigillo di Sikorska, ha rimesso in piedi la serata dell’Eppan con due set vinti in scioltezza su Barani (11-5, 11-3) e un terzo impreziosito dal recupero da 7-9 a 11-9. Sul 3-2 si è deciso tutto fra Farladanska e Zancaner, con la varesina che nella prima frazione ha annullato un set-point all’avversaria e si è affermata per 12-10. L’ucraina ha risposto riportando il confronto sui binari giusti (11-5, 11-3). Il quarto set è stato sofferto  e, sul 9-8 per Farladanska, gli ultimi tre scambi sono stati di Zancaner. La “bella” aveva un valore capitale e l’ucraina l’ha iniziata con slancio (3-0). L’atleta dell’Eppan ha replicato di durezza e ha cambiato campo avanti (5-3). Alla ripresa, però, c’è stato spazio solo per Farladanska, che ha mandato a referto un 8-0 risolutivo.

Ancora una volta, dunque, la semifinale fra piacentine e bolzanine sta regalando emozioni. Sarà lo spareggio, in programma nuovamente a Cortemaggiore, a dire quale delle due compagini andrà a giocarsi lo scudetto.

 

Arianna Barani – Giulia Cavalli 3-0 (13-11, 11-5, 11-7)

Renata Strbikova – Denisa Zancaner 3-0 (11-6, 11-5, 11-1)

Ganna Farladanska – Debora Vivarelli 2-3 (7-11, 11-2, 11-8, 8-11, 8-11)

Renata Strbikova – Giulia Cavalli 3-0 (11-5, 11-4, 11-1)

Arianna Barani – Debora Vivarelli 0-3 (5-11, 3-11, 9-11)

Ganna Farladanska – Denisa Zancaner 3-2 (10-12, 11-5, 11-3, 9-11, 11-5)

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Provincia Sport

NOTIZIE CORRELATE